Come ridurre i consumi e risparmiare carburante

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

In questo periodo i prezzi del carburante stanno aumentando rapidamente e con essi aumentano le spese che gli automobilisti devono affrontare ogni giorno. Ci sono, però, dei cambiamenti che puoi apportare quotidianamente per migliorare l'efficienza della tua auto.

Ecco alcuni consigli per ridurre il consumo di carburante e

In questo articolo troverai

Viaggia leggero

Quanto spesso riempiamo l’auto di oggetti inutili e pesanti? Ogni volta che mettiamo in moto, chiediamo alla nostra macchina di lavorare di più per spostare il peso in eccesso.

Allo stesso modo, il portapacchi o il baule portaoggetti che abbiamo utilizzato durante il trasloco o per le vacanze in montagna, sono oggetti che applicano anche una maggiore resistenza al vento rallentando l’auto, e quindi costringendola a utilizzare più carburante per percorrere le stesse distanze.

Rimuovere oggetti non necessari dal bagagliaio e dall’abitacolo non farà enormi differenze, ma tenere l’auto in ordine sicuramente aiuterà a non andare in giro con un extra peso inutile.

Si stima che ogni 50kg rimossi dall’auto si potrebbe risparmiare il 2% del consumo di carburante, che in un anno sono circa 100€.

Anche il carburante aumenta il peso dell’auto quindi: non sentirti in dovere di fare sempre il pieno ma, allo stesso tempo, non rischiare di rimanere a secco.

Rivedi le tue abitudini alla guida

Le abitudini di guida giocano un ruolo cruciale: accelerate brusche, o frenate improvvise, potranno essere divertenti ma  influiscono negativamente sull’efficenza del carburante.

Quando un’auto consuma di più?

Quando viaggia con la marcia più bassa durante l’accelerazione quindi: se senti che il motore non è ai corretti giri scala la marcia invece di premere l’acceleratore.

Allo stesso modo non inserire la marcia troppo alta quando il motore è a basso regime: non fa bene al motore, alla trasmissione e al consumo di carburante.

Le auto sono pesanti ma una volta partiti diventa più facile muoversi, per cui: più spesso ci si ferma completamente e più spesso dovrai ripartire, costringendo la tua auto a utilizzare grandi quantità di energia.

Stai attento durante il viaggio: osserva il traffico e verifica se puoi rallentare in anticipo, mantenendo la giusta distanza, invece che fermarti completamente. Anticipando le azioni, ridurrai anche la necessità di frenare o accelerare bruscamente risparmiando carburante.

Ps. Rispetta sempre i segnali stradali e mantieni la corretta distanza di sicurezza.

Un’altra abitudine sbagliata è quella di sostare con l’auto accesa: anche se è al minimo il motore brucia carburante, quindi è meglio spegnere la macchina. Sistemi come lo Start&Stop ci vengono in aiuto quando siamo fermi al semaforo o dobbiamo fare soste brevi.

Utilizza, se possibile, il freno motore invece dei freni meccanici: quando scaliamo le marce il motore consuma meno carburante e mantiene l’auto in movimento.

Non avere il piede pesante e attenzione all’aerodinamica

Viaggiare al di sopra dei limiti di velocità sicuramente ti permetterà di arrivare prima, ma non ti farà risparmiare carburante.

Se ti attieni ai limiti di velocità potresti avere un risparmio del 15% di carburante ma soprattutto eliminerai il rischio di prendere una multa.

Finestrini aperti ad alte velocità influiscono negativamente sull’efficienza del carburante; allo stesso modo utilizzare l’aria condizionata nei viaggi brevi fa lavorare l’auto di più.

Quindi: se si tratta di un viaggio breve, e a basse velocità, il finestrino è la soluzione più adatta. Se dobbiamo fare viaggi lunghi e superiamo gli 80 km/h, l’aria condizionata è la strada più giusta da percorrere.

Mantieni la corretta pressione degli pneumatici

Uno pneumatico sgonfio può far sì che la tua auto non solo utilizzi più carburante, ma ne peggiori anche la guidabilità.

Qual è la pressione corretta che deve avere uno pneumatico? Dipende da macchina a macchina: ogni marca e modello ha la propria pressione consigliata dal produttore, e stabilita durante la progettazione. Viene definita per trovare un equilibrio tra comfort di guida e risparmio di carburante.

Come fare per capire qual è la corretta pressione? Apri la portiera anteriore del conducente o del passeggero e troverai un adesivo o una targhetta che indica la pressione degli pneumatici da utilizzare per il tuo veicolo. Oppure verifica sul libretto di uso e manutenzione dell’auto dove oltre alla pressione troverai altre informazioni utili.

Troverai la pressione consigliata per il carico del veicolo, ossia il numero di passeggeri e di pesi che prevede di trasportare. Importante: la pressione va verificata a gomme fredde, quindi prima di iniziare qualsiasi viaggio.

Quanto risparmi? Si stima che un gonfiaggio insufficiente  del 10% potrebbe aumentare il consumo di carburante del 2% con un costo di circa 100€ all’anno in più.

Inoltre, una pressione troppo bassa o troppo alta userà lo pneumatico più velocemente e in maniera irregolare, portandoti così a una sostituzione prematura e quindi a una spesa extra non prevista.

Siamo giunti al termine del nostro articolo: se ti è piaciuto condividilo con chi pensi ne abbia bisogno.
Don’t ben mona: be wise, drive safe.
Il Team Saccon Gomme
Devi cambiare i tuoi pneumatici?
Richiedi ora un preventivo gratuito e senza impregno:

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per essere aggiornato su tutte le novità

e i prodotti Saccon Gomme

Le nostre sedi

Ponte della Priula

Headquarter

Portogruaro

Prdenone

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per essere aggiornato su tutte le novità e i prodotti Saccon Gomme